you reporter

E' calato il sipario sul Festival biblico <br/> tra riflessioni, meditazioni e fede

ROVIGO - Quattro stupende corali e una voce solista. Proprio questa presenza di Dio ha trasmesso con forza Ernesto Olivero per un sabato sera tutto d'un fiato. La veglia in Duomo, durante la notte di Pentecoste, è trascorsa tra meditazione, canto e mondialità con l’introduzione di Renzo Smolari e un relatore eccellente: Ernesto Olivero fondatore del Sermig Arsenale della Pace.

Un sabato ispiratore che ha preannunciato l’ultimo giorno di eventi dell’edizione 2015 del Festival biblico dedicato alla cura del Creato.
Centrale la lectio magistralis di ieri mattina in Camera di commercio, “Kashèr, Halal, Eucarestia: Il cibo e l'assoluto”. Ebraismo, Islam e Cristianesimo a tavola insieme, con Vittorio Robiati Bendaud, ebraista, Kamel Layachi, islamista, Lidia Maggi, teologa, Andrea Varliero, biblista; e Stefano Periotto, filosofo in qualità di moderatore.

La chiusura in piazzetta Annonaria, via X luglio, con “Il pranzo di Babette”, cibo, cucina e fede i temi cardine della storia, riproposti in versione teatrale dove musica, prosa, immagini e pietanze sono amalgamati per dare vita a uno spettacolo in cui lo spettatore agisce in prima persona.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl