you reporter

Corazzari a caccia del bis <br/> il leghista al fianco di Luca Zaia

40432
ROVIGO - Un anno dopo, Cristiano Corazzari chiude il cerchio. 364 giorni fa era a palazzo Ferro-Fini, sede del consiglio regionale. Oggi è di nuovo in pista, pronto al secondo assalto alla regione, dopo quello, vincente, del 2010.

“E’ stata una valutazione del presidente Zaia. Mi ha chiesto di correre perché la partita è difficile e serve l’impegno di tutti”.

Lei ha fatto quattro anni in regione. Ha lasciato qualcosa in sospeso, che vorrebbe completare? “Avevo lavorato per tutelare i nostri fiumi dai predoni, proponendo un contingentamento delle licenze professionali. La situazione al giorno d’oggi è grave, bisogna riprendere quel lavoro. E poi c’è la battaglia contro le trivellazioni, da portare avanti. Con Zaia faremo le barricate per evitare che certi progetti vadano in porto".

Altro nodo da sciogliere è quello delle infrastrutture: “Certe opere, nuova Romea, Nogara-Mare, Valdastico, servono al Polesine, ed è una vergogna che il governo le blocchi. La Regione purtroppo deve fare i conti con le risorse a disposizione: per questo credo che vadano rilanciati i project e le compartecipazione dei privati”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl