you reporter

Sei candidati al voto alle "Pascoli"<br/> Giovanni Nalin il primo a votare

ROVIGO - E’ la scuola Pascoli di via Tintoretto, alle porte della Commenda, il cuore pulsante di questa consultazione elettorale.

Il primo a presentarsi, di buon mattino, è stato Giovanni Nalin, portacolori di Sel, che si è recato al seggio alle 9 in punto. Mattiniero anche Livio Ferrari, a capo di un’aggregazione di civiche di sinistra. Gli altri candidati, invece, se la sono presa un po’ più comoda.

Prima delle 11, si è fatta viva al seggio - anche per le la scuola Pascoli - anche Silvia Menon, candidata della civica che porta il suo nome. Verso le 11.15 è invece stata la volta di Nadia Romeo, candidata di Pd e Psi.

Messa decisamente in minoranza la “mitica” sezione 1, quella del centro storico della città. Qui, infatti, ha votato il solo Massimo Bergamin, leader della coalizione di centrodestra formata da Lega Nord e Forza Italia. Bergamin si è presentato al seggio della Gran Guardia verso le 16. Ha scelto il pomeriggio anche Gianni Antonio Saccardin, candidato di presenza Cristiana, che si è recato al seggio di Granzette attorno alle 17. Mattiniero, invece, Andrea Bimbatti, che ha espresso la propria preferenza, al seggo della sua Boara, attorno alle 10.30. Non si è presentato alle urne, infine, il candidato di Fiamma e Forza Nuova Federico Donegatti, ma la sua non è stata una improvvisa virata astensionista: semplicemente, Donegatti è residente a Crespino, e nel paesino sulla riva sinistra del Po ha votato. Soltanto per la Regione.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl