you reporter

Il manicomio di Granzette <br/> visto dagli studenti dello Iuav

41662
ROVIGO - Nella chiesa dell'ex ospedale psichiatrico provinciale di Granzette è stata inaugurata la mostra "(Im)Memoriale. Ex Ospedale Psichiatrico di Rovigo", a cura di Emanuela Sorbo, Eva Rimondi e Leila Signorelli dell'università Iuav di Venezia, che hanno coordinato i lavori di ricerca e progettualità di
138 studenti del Laboratorio di restauro architettonico.

La docente ha spiegato che il percorso di ricerca, reso possibile da un protocollo d'intesa tra l'ateneo veneziano, la provincia di Rovigo e l'azienda Ulss 18, degli studenti è consistito di tre fasi: interpretazione storico critica, conoscenza della fabbrica e realizzazione di un progetto conservativo ed architettonico.
La collaborazione sinergica fra i tre enti ha permesso agli studenti l'accesso sia agli edifici della struttura - oggi abbandonata - per approfondirne la conoscenza diretta, sia agli archivi ospedalieri e provinciali, al fine di ricostruirne la storia, ma soprattutto "allo scopo di ricordare i volti e le vicende dei suoi protagonisti, ovvero le memorie (materiali ed immemoriali), e nello stesso tempo recuperare e valorizzare il sito per l'aspetto urbanistico, architettonico e ambientale".

La mostra, inaugurata il 12 maggio a Venezia, dopo la presentazione alla cittadinanza nel sito naturale, sarà successivamente trasferita e liberamente visitabile fino al 19 giugno nella cittadella dell’azienda sanitaria Ulss 18.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl