you reporter

Matteo Salvini ancora in città <br/>al fianco di Massimo Bergamin

41648
ROVIGO - Ieri mattina il segretario nazionale della Lega Nord Matteo Salvini è tornato a Rovigo, per la quarta volta in meno di due mesi. Obiettivo, ovviamente, sostenere la campagna elettorale di Massimo Bergamin. Salvini si è presentato puntualissimo, alle 10.15, in piazzale Di Vittorio.

In programma, una passeggiata, al fianco di Bergamin, tra i luoghi del degrado cittadino. Quelli da riqualificare, nel corso del mandato della prossima giunta. Si doveva partire dall’ex biglietteria di quella che era la stazione delle corriere, proseguire verso l’ex ospedale, e arrivare alla caserma Silvestri. Ma il caldo ha avuto la meglio, e la compagnia ha fatto rotta direttamente sul bar Pedavena.

Uno sguardo a Rovigo. Una città - dice - da “normalizzare”, lo stesso programma che Salvini si prefigge per l’Italia. Primo passo, chiedere le dimissioni del ministro dell’Interno Angelino Alfano, per la gestione dell’emergenza immigrazione (“Con noi non ci sarebbe nessuno sbarco”, rivendica) ma anche per il caos accaduto a Rovigo dopo le elezioni, con 1.340 voti validi annullati per problemi nei verbali dei seggi. “Cose da quarto mondo - commenta Salvini - spero si tratti di incapacità di qualcuno, non voglio nemmeno pensare che sia malafede. Robe da matti”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl