you reporter

Grande caldo, boom di zanzare <br/> Baldetti, bomba ambientale

43207

03/07/2015 - 12:00

di Marco Randolo

ROVIGO - Quella che sta per iniziare, sarà la settimana nera delle zanzare. Il grande caldo, con temperature che si spingeranno attorno a quota 35 gradi, porterà con sè una vera e propria ondata di sanguisughe volanti.

Lo dice chi se ne intende: secondo il “meteo zanzare” della Vape Foundation, l’ente collegato alla multinazionale che si occupa di prodotti per la protezione dagli insetti, infatti, da qui all’8 di luglio, lunedì prossimo, ci aspetta un aumento esponenziale delle zanzare in circolazione. Soltanto per quanto riguarda la famigerata “tigre”, la spietata specie esotica con cui i polesani hanno purtroppo imparato a convivere da ormai una quindicina di anni, la Vape Foundation prevede un incremento del 12% del numero degli esemplari.

Eppure, a fronte di tutto questo, nel territorio di Rovigo città ci sono dei punti - chiamiamoli buchi neri - che sembrano fatti di proposito per incentivare, anziché scoraggiare, la proliferazione di questi insetti. Una di queste è di sicuro l’ex piscina Baldetti in cui, dopo l’abbattimento della struttura, resta una fossa che ad ogni pioggia si riempie di acqua piovana. Di fatto, lì lo “stagno” ci resta tutto l’anno. Altro punto sensibile, dall’altro capo della città, l’ex Gabar di San Bortolo: anche qui, quella che doveva essere la nuova piazza del quartiere è diventato di fatto una sorta di pozza a cielo aperto da cui le zanzare possono lanciare i loro attacchi su tutta la città.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl