you reporter

L'ex manicomio cerca fondi <br/>gli ambientalisti dall'assessore

Granzette

47806

07/10/2015 - 11:30

di Ketty Areddia

ROVIGO - Un incontro per ripensare all'utilizzo dell'ex manicomio. Ieri negli uffici dell’Urbanistica c’è stato un incontro per illustrate al neo assessore Roberta Ravenni, lo stato dell’arte nel sito. C’erano il funzionario dell’urbanistica Fiorenza Ronsisvalle, l’ingegnere responsabile del Servizio tecnico dell’Ulss 18 Rodolfo Fasiol, due funzionari della provincia, due rappresentanti del Wwf, oltre al presidente di Italia Nostra Donata Fischetti e al vicepresidente di Italia Nostra, l’architetto Lauro Benetti.

Lo scopo del meeting era cercare una via comune per portare avanti la convenzione datata 2014 tra Comune, Provincia, Ulss 18 e associazioni che prevedeva la messa in sicurezza del parco e della struttura con vari percorsi, e l’affidamento alle associazioni.

“Con i fondi del Gal terminati all’inizio dell’estate - spiega Donata Fischetti di Italia Nostra - sono stati fatti i primi lavori, ma in minima parte. Si tratta di 35mila euro con cui sono stati delineati alcuni percorsi, sono stati transennati i luoghi più pericolosi, sistemate alcune panchine e predisposta una segnaletica per indicare luoghi e il progetto”.

Ma è rimasta ferma la parte più importante della convenzione, la messa in sicurezza, che garantirebbe la possibilità ai cittadini di entrare nel sito senza rischi di crolli. I soggetti protagonisti avevano richiesto i fondi alla Fondazione Cariparo, ma la pratica è rimasta dentro un cassetto. Fondi messi a bilancio, ma mai effettivamente erogati. Le associazioni hanno spiegato che hanno già bussato alle porte della Fondazione per battere cassa, e la stessa Ravenni attende le decisioni dell’ente.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl