you reporter

Trafficante africano di donne <br/> mascherato da profugo

In manette

48657

Foto di archivio di profughi

09/01/2016 - 18:40

Nei documenti ufficiali risulta un profugo ospitato per tutto il mese di ottobre nel centro di accoglienza allestito nell’ex caserma Prandina, nel cuore storico di Padova, poi da novembre in quello di Bagnoli di Sopra, a meno di 10 chilometri dal confine con il Polesine e a 20 circa dal centro di Rovigo.
In realtà è un trafficante di donne africane, arruolate con l’illusione di andare a lavorare in un supermercato della ricca Europa e impaurite con un rito vudù prima della partenza, poi sbattute sulla strada appena giunte a destinazione, carne da macello per soddisfare gli appetiti sessuali di chiunque sia disposto a pagare. Ora è in carcere.


Il servizio completo sulla Voce in edicola sabato

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl