you reporter

Giornata della memoria, cerimonia <br/> con le scuole a palazzo Celio

cimitero[2].JPG

28/01/2016 - 11:11

Nella giornata della memoria Palazzo Celio ha ospitato ieri mattina una serie di interventi “per non dimeticare”. “Un popolo che non ha memoria – ha esordito il consigliere provinciale Antonio Bombonato citando anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella – non comprende e s’incammina in una china pericolosa”. Per il vicesindaco di Rovigo Ezio Conchi “siamo ospiti in questo pianeta ed è necessario il rispetto di tutti”.
Agli studenti del Viola, Roccati e Marco Polo si è rivolto in particolare il prefetto vicario Carmine Fruncillo “Coloro che non ricordano il loro passato – ha detto - sono costretti a riviverlo”. Poi gli interventi del vescovo Lucio Soravito de Franceschi, di Luigi Contegiacomo, direttore dell’archivio di Stato e del rabbino capo della Comunità ebraica di Padova.
Infine la consegna delle medaglie d’onore ai familiari di tre deportati di Badia Polesine, Pietro Crivellente, Carisio Maniezzo e Dante Guerrino Tocchio, e il corteo per la commemorazione al cimitero ebraico.


LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl