you reporter

Rom, Modena paga <br/> ma restino in Polesine

Il caso

incendio salara.JPG

L'appartamento distrutto a Salara

09/03/2016 - 09:14

Il gruppo di nomadi rimasto coinvolto sabato notte nell’incendio della loro casa a Salara (19 persone in tutto, fra proprietari e ospiti [url"Leggi il precedente"]http://www.polesine24.it/Detail_News_Display?ID=15531&typeb=0&CategoryId=285&stufette-guaste-nella-casa-dei-rom--intossicati-13-bambini[/url]) potrà restare in albergo a Rovigo per una decina di giorni.



Per undici di loro pagherà il Comune di Modena, che però non pare in alcun modo intenzionato a farsene carico se, per caso, dovessero tornare a in Emilia, dove hanno la residenza. Albergo pagato, quindi, a patto però che restino in Polesine.



Un particolare che ha fatto perdere la pazienza al sindaco Bergamin, che non ha usato mezzi termini: “Sono infuriato, non è possibile che si continuino a fare le cose senza informare”.



L’episodio ha riportato a galla la situazione dei rom in provincia di Rovigo: piccoli gruppi sparsi in molti comuni, con gran parte dei primi cittadini che non intravedono nel futuro prossimo una integrazione possibile.



Il servizio completo in edicola nella Voce di mercoledì 9 marzo

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl