you reporter

Spaccio e festini con la coca <br/> quattro rodigini nei guai

Polizia

squadra mobile rovigo.JPG

Bruno Zito, vicequestore aggiunto, comandante della Squadra mobile di Rovigo

01/06/2016 - 16:21

"Ci troviamo per l'aperitivo". Era questa una delle frasi utilizzate, e inviate tramite sms, che si mandavano per darsi appuntamento in un locale di Rovigo, del tutto estraneo alla vicenda, semplice luogo d'incontro tra spacciatori e clienti.



Un giro che serviva a rifornire di cocaina almeno una trentina di persone e che ha fatto finire nei guai, dopo mesi di attività di indagine, quattro persone, pur con differenti ruoli e diverse responsabilità per lo spaccio della droga.



Un giro scoperto dalla Squadra mobile della polizia, che ha effettuato le indagini, partite controllando un 46enne, che organizzava a casa sua festini a base di cocaina. Da lì, si è scoperto che l'uomo effettuava anche delle cessioni a clienti, che si rivolgevano pure ad un 28enne. Le indagini si sono quindi dirette pure verso quest'ultimo.



Alla conclusione dell’attività, il giudice per le indagini preliminari ha deciso di emettere la misura della custodia in carcere per il 46enne, mentre quella degli arresti domiciliari per il 28enne. Indagate altre due persone, ma con minori responsabilità per le cessioni, ovvero una 32enne, la fidanzata del 28enne, e un 38enne: nei loro confronti è stata emessa l’informazione di garanzia.



Il servizio completo in edicola nella Voce di giovedì 2 giugno

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl