you reporter

L'impresa di Michele Visentin in montagna: non è solo una scalata, ma una rinascita

La storia

60141

Michele Visentin

05/07/2016 - 13:23

Quando è giunto al rifugio Vajolet si è lasciato andare ad un pianto liberatorio accasciandosi a terra. Poi ha alzato lo sguardo e solo allora si è reso conto che tutti gli ospiti del rifugio alpino stavano applaudendo, una paio di ragazze avevano le lacrime agli occhi, la sua famiglia si stava stringendo attorno a lui e la guida alpina quasi stentava a credere a quello cui aveva assistito.



L’impresa della forza di volontà l’ha compiuta Michele Visentin, 30enne di Borsea che da oltre dieci anni è costretto a convivere con una protesi al posto della gamba sinistra e con un braccio totalmente privo di sensibilità.




La sua bellissima storia è sulla Voce di Rovigo di martedì 5 luglio.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl