you reporter

Speculazioni sul grano, servono più tutele per i cereali polesani

Agricoltura - Coldiretti

49805

Coldiretti

13/08/2016 - 09:05

E’ la produzione del grano, tra le principali colture cerealicole polesane, a sollevare la protesta degli agricoltori di Coldiretti, impegnati in una vera e propria “guerra del grano”, prodotto che, nonostante i primi risultati sul piano istituzionale, rischia di scomparire con prezzi dimezzati che non coprono nemmeno i costi di produzione.



“Le quotazioni dei prodotti agricoli - denuncia per l’ennesima volta il presidente di Coldiretti Rovigo, Mauro Giuriolo, nonché titolare di un’azienda agricola ad indirizzo cerealicolo in Polesine - dipendono sempre meno dall’andamento reale della domanda e dell’offerta e sempre più dai movimenti finanziari e dalle strategie speculative che trovano nel ‘Chicago Board of Trade’ il punto di riferimento del commercio mondiale delle materie prime agricole su cui chiunque può investire anche con contratti derivati”.




Situazione che espone pericolosamente gli agricoltori a fluttuazioni dei prezzi, determinate anche dalle importazioni selvagge di prodotto straniero a dazio zero, che arriva nel nostro paese già vecchio di un anno, provocando un surplus di offerta che penalizza la campagna cerealicola nazionale e locale.



“Il risultato di questa situazione - spiega il presidente Giuriolo - è che oggi il grano duro per la pasta viene pagato anche 18 centesimi al chilo mentre quello tenero per il pane è sceso addirittura a 16 centesimi al chilo, su valori al di sotto dei costi di produzione che mettono a rischio il futuro della produzione cerealicola polesana”.



Coldiretti è scesa in campo formulando proposte concrete per dare un futuro sostenibile alla coltivazione ottenendo sul piano istituzionale i primi risultati come la creazione di un fondo di 10 milioni di euro, inserito nel decreto enti locali recentemente approvato, per l’avvio del piano cerealicolo nazionale a sostegno delle produzioni di grano italiane e per la valorizzazione della qualità e la previsione di investimenti per infrastrutture di stoccaggio dedicate e per ricerca e innovazione a supporto del frumento duro.




Il servizio sulla voce di Rovigo di sabato 13 agosto.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl