you reporter

L'ex ospedale è ancora abitato

Degrado

20/08/2016 - 07:00

Dovrebbe essere murato. Blindato. Impenetrabile. Invece l’ex Maddalena, il buco nero della Commenda, è come sempre alla mercé dei suoi occupanti. Nonostante le ordinanze del comune e i provvedimenti presi dai proprietari della struttura.


Basta farsi un giro in zona per capire. I famosi sigilli apposti a porte e finestre, come al solito, sono durati poco. La via d’accesso alla struttura passa per il retro. La recinzione infatti, è bucata in più punti. Da lì si ha accesso diretto al cortile posteriore dell’ospedale. Poi entrare è un gioco da ragazzi, o quasi. Perché se al piano terra le porte sono murate, basta alzare lo sguardo di qualche metro per trovare la via d’accesso. Finestre sfondate e infissi scardinati sono la normalità.



Dentro all’ex Maddalena, tracce evidenti di bivacco. Materassi gettati a terra, cartacce e rifiuti, resti di pasti consumati sul pavimento. Segni inequivocabili che questo stabile, nonostante tutto,
è ancora abitato. Dai fantasmi di sempre. A rendere il tutto ancora più spettrale, un cumulo gigantesco. Composto da quelli che erano gli arredi del Maddalena. Finestre, sedie, bidoni, suppellettili, mensole, schedari. C’è di tutto, accatastato nello spiazzo davanti all’ex ospedale.

Tutti i dettagli sulla Voce in edicola il 20 agosto

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl