you reporter

"Più servizi e meno costi per migliorare la vita dei cittadini"

Società partecipate

64707

07/11/2016 - 20:21

Il futuro delle aziende pubbliche? Sta nelle aggregazioni, sì, ma senza perdere di vista quelli che devono essere le stelle polare della gestione delle utility: dare servizi efficienti ai cittadini contenendo i costi.



E’ quanto emerso dal convegno “La gestione dei servizi pubblici e delle municipalizzate: quale futuro?” organizzato dall’associazione politico-culturale Liberamente Insieme e che, nel pomeriggio di lunedì 7 novembre, ha riempito la sala Celio.



Attorno al tavolo, coordinato dal presidente dell’associazione Antonio Schiro, il presidente di Asm spa Alessandro Duò, la presidente di Asm Set Cristina Folchini, il numero uno della veronese Agsm Fabio Venturi, l’ex ad di Ecogest Gino Sandro Spinello e il sindaco di Ceregnano e componente del cda di Polaris Ivan Dall’Ara.



Ed è stato proprio Duò a tracciare la linea: “Per vincere la sfida del futuro le aziende pubbliche dovranno assomigliare sempre di più a quelle private. Tenendo presente la mission delle partecipate: migliorare la vita dei cittadini. E questo si fa solo in due modo: spendendo sempre meno e migliorando i servizi erogati”.



Dal canto suo, invece, il manager della società pubblica veronese Agsm Fabio Venturi ha strizzato l’occhiolino al Polesine: “C’è ancora spazio per un asse strategico tra Verona e Rovigo - ha detto - noi pensiamo ad una grande polo delle multiutility. Un patto di questo genere può aiutare tutti quanti a rafforzarsi”.



Il servizio completo sulla Voce in edicola martedì 8 novembre

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl