you reporter

Furti e risse in centro a Rovigo, Bergamin: "Mandateci l'esercito"

Sicurezza

45511

Il sindaco Massimo Bergamin

21/01/2017 - 17:45

Furti, risse a colpi di coltelli: nel pieno centro di Rovigo la situazione è ormai diventata insostenibile non soltanto per i commercianti, ma anche per i residenti del centro storico. E il sindaco Massimo Bergamin ribadisce: “In città serve l’esercito”.



Il primo cittadino interviene con decisione sulla questione sicurezza, e torna a chiedere l’intervento dell’esercito in città per tenere a freno la criminalità. “Nelle ultime settimane - scrive infatti Bergamin - i numerosi furti nei negozi del centro storico e nelle abitazioni della città e, da ultimo, il gravissimo e ignoto episodio relativo ad una pozzanghera di sangue trovata in zona piazza Repubblica ([url"leggi il precedente"]http://www.polesine24.it/Detail_News_Display/Rovigo/una-coltellata-nella-notte-sangue-sull-asfalto-in-centro-a-rovigo[/url]), stanno scuotendo gli animi di cittadini e imprenditori rodigini. Basta con il finto e superficiale buonismo - afferma Bergamin - la gente ha paura, gli imprenditori che investono sul nostro territorio devono essere tutelati e protetti”.



Ma come è possibile garantire la sicurezza con un comando della polizia locale dimezzato e disarmato? Il sindaco non ha dubbi: "Ringrazio gli uomini di tutte le forze dell’ordine che, quotidianamente operano sul nostro territorio e che, nonostante i tagli del governo, sono sempre in prima linea, con dedizione e passione. Tuttavia, da soli non possiamo fare molto. Ribadisco dunque l’invito rivolto al governo qualche tempo fa: voglio l’esercito. L’operazione Strade Sicure, già presente in molte città italiane, supporta le forze dell’ordine locali nella prevenzione e nel controllo del territorio. Due o tre mezzi dell’esercito, che potrebbero trovare alloggio nei locali del nuovo carcere o della nuova questura, si impegnerebbero a presidiare la città, dall’alba al tramonto, nel centro storico e nelle frazioni”.



Non manca, poi, la polemica politica: “Il governo centrale che intasca denari dai rodigini li ripaghi almeno facendoli sentire al sicuro - punge Bergamin - serve più tutela del territorio, più uomini armati e addestrati renderanno le famiglie e gli imprenditori più sereni e più sicuri. E’ questo il dovere principale di ogni buon amministratore: rassicurare i propri concittadini, un compito del quale mi faccio carico, ogni giorno, per il bene di Rovigo e dei rodigini”.



Il servizio in edicola nella Voce di domenica 22 gennaio

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl