you reporter

In Tassina, i marciapiedi cadono a pezzi

Degrado

05/02/2017 - 16:27

Un marciapiede che grida vendetta. Ma a gridare, purtroppo, sono soltanto quei cittadini che ogni giorno sono costretti a percorrerlo, mettendo a rischio la tenuta di caviglie e ginocchia. E rischiando, ad ogni passo, di inciampare e finire con la faccia sull’asfalto. E di farsi male sul serio.



Siamo in Tassina, in quell’angolo del quartiere che da via Vittorio Veneto, prima la ferrovia, si sviluppa verso l’area in cui sorge la palestra. Via Rovereto, e da qui via Nevegal, sua laterale, sembrano un campo di battaglia, più che due strade a due passi o poco più dal centro di Rovigo. Il marciapiede di entrambe le strade, già abbastanza stretto, è un vero colabrodo. E quello che è peggio, è che è ridotto in queste condizioni da epoca immemorabile.


Non c’è metro quadrato che non abbia la sua buca, la sua crepa, la sua voragine, o che non veda la progressiva erosione del manto d’asfalto, che si sbriciola e lascia spazio ai sassolini.



Una situazione che, purtroppo, accomuna tutta quanta la zona della Tassina. Dove i marciapiedi stanno letteralmente perdendo i pezzi. E non solo quelli. Anche le strade, infatti, sono costellate di buche di varie dimensioni. E da troppo tempo ormai, in questa parte di Rovigo, non si sente “profumo” d’asfalto.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl