you reporter

Rovigo ricorda l'orrore delle foibe

La cerimonia

10/02/2017 - 17:58

Rovigo ricorda l’orrore delle foibe e l’esodo giuliano-dalmata. Per il Giorno del Ricordo la sala consiliare della provincia ha ospitato la commemorazione del genocidio e dell’esodo degli italiani dai territori istro-fiumano-dalmati e di Giovanni Palatucci, ultimo questore di Fiume.



Ad aprire la cerimonia, il vicepresidente della provincia Vinicio Piasentini, che si è rivolto ai ragazzi di alcuni istituti superiori invitati per l’occasione: “E’ importante riportare alla memoria i drammatici eventi per essere testimonianza di cosa in futuro non deve accadere”.
Sono intervenuti poi l'assessore comunale Alessandra Sguotti e Paolo Avezzù cofondatore del comitato Palatucci.




Dopo un ampio excursus storico, Flavio Ambroglini, presidente del comitato Palatucci, ha brevemente raccontato la figura di Giovanni Palatucci uomo che ha messo a rischio la sua vita per salvarne tante altre. Simbolo di speranza e del meglio dell’italianità che non si è fatto da parte ma anzi è diventato un personaggio scomodo che ha portato fino all’ultimo giorno il tricolore fuori dalla questura come simbolo di salvezza.


Tutti i dettagli sulla Voce in edicola l'11 febbraio

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl