you reporter

La Cna ai sindaci: "E' l'ora delle fusioni dei comuni"

Economia

39505

David Gazzieri della Cna polesana

17/02/2017 - 10:07

Sarà anche “una provocazione”, come sottolinea il direttore della Cna provinciale Alessandro Monini. Ma la mappa del Polesine sul tavolo dell’associazione di categoria degli artigiani rimane formata da soli 12 comuni.



Ci sono anche le fusioni dei comuni nel decalogo che l’associazione presenterà ai sindaci in vista della predisposizione dei bilanci di previsione 2017, e che raggruppa temi finalizzati ad accrescere la competitività delle imprese nell’intento di poter incidere nella ripresa economica e sociale.



Obiettivo finale delle fusioni, quello di garantire maggiori servizi con un contenimento dei costi e di conseguenza maggiore efficienza ed efficacia.



Nell'elenco delle richieste ai sindaci, anche la necessità di frenare la crescita della tassazione locale; a livello territoriale l’Imu genera esborsi molto elevati rispetto all’Ici, e la Tari ha registrato incrementi eccessivi che costringono un terzo delle imprese a pagare due volte lo smaltimento dei rifiuti, alle società private e al gestore pubblico.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl