you reporter

I ladri restituiscono la refurtiva, ma per loro niente manette ai polsi

Colpo ai Trani

73125

03/03/2017 - 18:30

Sono stati beccati dalla polizia e hanno subito confessato il furto i due giovani marocchini che la notte scorsa, poco dopo l'una, hanno ripulito l'osteria "Ai Trani". A incastrarli sono state le telecamere di videosorveglianza, che hanno permesso agli agenti di risalire allo loro identità. Del resto, si tratta di due volti ben noti alle forze dell'ordine.



Gli agenti li hanno scovati ieri mattina, poco prima di mezzogiorno, in un supermercato di viale Porta Adige, dove erano intenti a fare la spesa come se niente fosse, mettendo subito a frutto il bottino di oltre mille euro sottratto all'osteria. Alla vista delle divise, però, i due si sono subito mostrati nervosi e poco dopo hanno vuotato il sacco, consegnando il tablet rubato.



I ladri hanno indicato anche il luogo in cui si sono sbarazzati del registratore di cassa, un fardello troppo ingombrante da trasportare durante la fuga. Ma recuperarlo non è stato possibile perché la nettezza urbana aveva già svuotato il cassonetto in cui era stato gettato il registratore. Per i giovani predoni, di 23 e 27 anni anni è scattata la denunciaper furto aggravato in concorso, ma a piede libero perché non sono stati colti in flagranza.



Erano riusciti, infatti, a scappare prima che la polizia e gli agenti della sorveglianza intervenissero sul posto, allertati dal sistema d'allarme. La sirena è scattata non appena i ladri hanno forzato la porta a vetro con il cavalletto di una bici.



"Nel giro di tre minuti - racconta Conforto, che è anche dirigente Ascom - hanno gettato diverse bottiglie a terra, messo tutto a soqquadro alla ricerca di oggetti di valore. Poi hanno strappato il cavo del registratore di cassa, quindi per non perdere tempo hanno afferrato l’intera cassa e con questa in mano sono scappati verso piazza Garibaldi. Credo anche che qualche passante abbia notato due persone che correvano reggendo qualcosa di ingombrante”.



Ma la loro corsa è durata poco più di nove ore perché la polizia è riuscita a scovarli. Per loro però niente manette ai polsi e questo ha scatenato l'ira non soltanto del titolare dell'osteria, ma anche di molti altri cittadini.



LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl