you reporter

La droga ritorna a far paura

La situazione

40618

Spaccio di droga

17/03/2017 - 08:30

Le droghe dalle strade di Rovigo non sono mai sparite. E a dimostrarlo è il numero di tossicodipendenti che si è rivolto al Serd dell’ex Ulss 18 nel 2016. Ben 514, divisi tra la struttura di Rovigo e quella di Badia Polesine, a cui si aggiungono i 61 pazienti che stanno scontando una pena nella casa circondariale del capoluogo. Rispetto al 2015, l’aumento è stato di circa il 10%.



Ma il dato forse più preoccupante riguarda il tipo di sostanze che hanno avvelenato il corpo e la mente di queste persone. La metà dei tossicodipendenti che si sono rivolti alla struttura dell’ex Ulss 18 nel 2016 infatti, lo ha fatto a causa dell’eroina.


Una parte rilevante dei pazienti, poi, il 26,85% del totale, cerca di scappare da altre droghe di cui spesso si sottovaluta il pericolo, i cannabinoidi. Tra le sostanze più diffuse seguono poi la cocaina e il crack (9,34%) e l’ecstasy (0,78%).


Tutti i dettagli sulla Voce in edicola il 17 marzo

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl