you reporter

Fusione Polacque-Cvs, Bergamin spinge per il no

Consiglio Comunale Massimo Bergamin 4

Massimo Bergamin e Paolo Avezzù

29/03/2017 - 00:10

Il sindaco Massimo Bergamin è pronto a portare in consiglio comunale la questione fusione tra Polesine Acque e Cvs.


Chiaro l’obiettivo dal punto di vista politico: farsi dire un chiaro “no” dalla sua maggioranza ma anche da parte dell'opposizione, e - con questo mandato - votare contro l’operazione nell’assemblea dei soci di Polacque e cercare di affondare la fusione, grazie anche al 16,9% di quote sociali detenute dal comune capoluogo (basta il 33% di contrari per far saltare tutto).


Bergamin, insomma, spinge il piede sull’acceleratore e chiede agli uffici di predisporre i documenti per portare l’argomento fusione in consiglio comunale quanto prima possibile: ad aprile di sicuro, magari già prima di Pasqua.


Evidente l’obiettivo: ottenere un’indicazione dai consiglieri comunali, contro la fusione. Un modo per rinforzare, anche dal punto di vista politico, il fronte del no. Che a quanto pare sta crescendo giorno dopo giorno: ultimi in ordine di tempo a chiedere di fermare l’operazione, i sindacati di categoria di Cgil e Uil, mentre i sindaci di Lusia, San Bellino, Villanova del Ghebbo e della vicina Barbona hanno espresso forti dubbi.


Il servizio completo sulla Voce del 29 marzo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl