you reporter

Calcinacci sull'auto del procuratore, il comune paga

Il caso

75551

30/03/2017 - 08:01

Quando c’è da risarcire un’anziana caduta in una buca, il comune si difende in tribunale con le unghie e con i denti e argomenta: “Poteva stare più attenta”.



Quando invece a finire danneggiata è l’auto del procuratore, la musica cambia. E anche palazzo Nodari scende a più miti consigli.



E così, tra comune e legione dei carabinieri del Veneto alla fine si è arrivato all’accordo. In base a cui il municipio risarcirà per 1.856 euro e 26 centesimi l’Arma.



A tanto ammonta infatti il danno sofferto dall’auto del procuratore capo Carmelo Ruberto per i calcinacci caduti nel giugno scorso sull’automobile con cui si sposta, di proprietà dei carabinieri e che era posteggiata negli uffici della polizia giudiziaria. Uno stabile di proprietà del comune.



Insomma, con una controparte così “di peso” come carabinieri e procura, il comune ha preferito transare. E pagare.




Il servizio completo sulla Voce in edicola giovedì 30 marzo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl