you reporter

Bancadria, ecco la lista presentata da Alessandro Duò

Credito cooperativo

Alessandro DuÚ BancAdria 13.jpg

Alessandro Duò all'uscita dalla sede di Bancadria dopo aver presentato la propria lista

12/04/2017 - 08:36

Alessandro Duò ha presentato martedì 11 aprile mattina, alle 11.50, la propria lista per concorrere all’elezione del nuovo consiglio di amministrazione di Bancadria. La sfida all’attuale presidente Gianni Vianello è lanciata, dopo 26 anni di reggenza incontrastata. Si voterà il 7 maggio.



"E’ un momento storico per questa banca - le parole di Duò, presidente dell’Associazione soci di Bancadria - dopo molti anni in cui nessuno è riuscito a sfidare la governance di Bancadria e questo grazie alla collaborazione di tutti coloro i quali hanno messo il loro impegno per raccogliere più di 450 firme di soci, 380 circa per la lista e una 70ina per delega, tutte vidimate davanti al notaio".



"E’ ovvio che c’è una enorme differenza tra il dover presentare le firme, appesantita dall’obbligo di autenticarle davanti a un notaio rispetto alla lista che il consiglio di amministrazione uscente di Bancadria indica senza questi obblighi - sottolinea Duò - si tratta di un risultato che posso solo definire storico, soprattutto perché ottenuto solamente in sette giorni di lavoro, quelli concessi dall’attuale consiglio di amministrazione. Se ne avessimo avuti di più, non so dove saremmo potuti arrivare...".



"L’unica considerazione che mi sento di fare sulla presentazione della mia lista è che rappresenta un segnale per il presidente - prosegue il manager bassopolesano - ovvero la volontà dei soci di partecipare alle decisioni della banca, il fatto che non tutti i soci sono allineati all’attuale governance di Bancadria, nei confronti della quale dirigenza c’è un dissenso, alimentato dall’atteggiamento dei vertici tenuto in questi anni".



Ecco i tredici candidati al cda, cinque al collegio sindacale (tre effettivi e due supplenti), quattro al collegio dei probiviri (due effettivi e due supplenti) e il presidente onorario, che è stato individuato in Renato Maggiolo, 69enne di Lusia, ex dirigente nel settore dell’agricoltoura e ora ristoratore proprio a Lusia.



Alessandro Duò, Antonio Schiro, Ivano Gibin, Giorgia Dal Cortile, Luca Stefano Callegaro, Franco Bellettato, Livio Sarti, Fulvia Fois, Riccardo Navicella, Alessandro Tessarin, Mauro Rossin, Stefano Bertin, Stefano Sacchetto. I nomi proposti per il collegio sindacale saranno Graziano Simoni, Renzo Manfrin, Enrico Bucatari, Marco Amato e Gianni Baraldo. Nel collegio dei probiviri, infine, Sandra Passadore, Emanuela Marangon, Marco Saccoman e Stefano Pattaro.



Il servizio completo in edicola nella Voce di mercoledì 12 aprile

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl