you reporter

"Così ho sparato a Igor il russo"

Parla l'agricoltore di Polesella che mise in fuga l'uomo più ricercato d'Italia.

Ezechiele Norberto Feher - Igor il russo Vlacavic

Ezechiele Norberto Feher, alias Igor

16/04/2017 - 06:49

“Ho sentito che in casa c’era un rapinatore, ho preso il fucile da caccia, due colpi di scorta, e ho sparato in aria per spaventarlo. Lui per fortuna è scappato”.


Così l’agricoltore di Polesella mise in fuga Igor il russo, o Norbert il serbo, 10 anni fa, uno degli uomini più ricercati d’Italia, che da giorni tiene in scacco centinaia di uomini nel ferrarese e nel bolognese. Eppure nel 2007 Igor (continueremo a chiamarlo così) venne ammanettato, per la prima volta in Italia, in Polesine. Un arresto messo a segno dai carabinieri di Polesella, ma a sventare la rapina ai danni di un’azienda agricola furono due fratelli che allora avevano 71 e 73 anni. La loro pronta reazione fu determinante per mettere in fuga Igor.


“Ricordo bene quel giorno, dice il più anziano dei due fratelli - erano circa le 18 di un giorno di giugno. Io e mio fratello eravamo in casa, ad un certo punto la porta che immette nel garage e poi al primo piano venne abbattuta. Io ero al piano superiore ma sentii che un uomo aveva fatto irruzione e si stava avventando contro mio fratello”.


Igor il russo, vestito da ninja, con mimetica militare e cappuccio nero in testa urlò: “Datemi i soldi, presto”. E puntò contro l’uomo un arco con una freccia incoccata. Ed è a questo punto che la reazione dell’agricoltore di Raccano divenne decisiva, da consumato combattente: “Sentii rumori, e mio fratello che urlava. Allora corsi a prendere il fucile da caccia e inserii un colpo in canna. Per sicurezza mi infilai un paio di cartucce in tasca. Poi mi affacciai dalle scale impugnando il fucile. Sparai in alto, per intimidire quel rapinatore che brandiva arco e frecce. I pallini della cartuccia finirono sul soffitto del garage, i segni sono evidenti ancora oggi”.


Il servizio completo sulla Voce del 16 aprile.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl