you reporter

Venticinque aprile, "il giorno più importante per l'Italia"

La cerimonia

25/04/2017 - 17:23

Il tricolore che si alza sulle note di Mameli, e molte persone, compresi tanti bambini, in piazza per partecipare alle celebrazioni del 25 aprile, nel 72esimo anniversario della liberazione dal nazifascismo.



La cerimonia si è aperta a palazzo Nodari, che quest’anno ha ospitato, in sala consiliare, la seduta comune del consiglio comunale e di quello provinciale. A fare gli onori di casa, è stato il sindaco Massimo Bergamin, che ha evidenziato come il 25 aprile sia “la data più importante per l’Italia: la Liberazione è stata il primo passo per la democrazia del nostro Paese”.



“Ma la libertà - ha ammonito il sindaco - anche oggi, in una epoca di apparente progresso, non è così scontata. L’impegno personale e collettivo, la partecipazione alla gestione della cosa pubblica, la cittadinanza attiva sono alcuni dei mezzi attraverso cui illuminare le nostre comunità. Tutto ciò richiede sacrificio, dedizione, coraggio. La libertà non è scontata, è una fiamma da mantenere sempre accesa contro i venti delle guerre, delle illegalità, della corruzione”.



La cerimonia è poi proseguita in piazza dove, tra i reparti schierati e i gonfaloni delle varie associazioni combattentistiche e d’arma, sono state depositate le corone al monumento ai caduti alla Gran Guardia e in piazza Matteotti.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl