you reporter

Pestaggio dei militari, il marocchino responsabile patteggia 6 mesi

Dal tribunale

70502

01/05/2017 - 18:46

Ha patteggiato una pena di sei mesi il giovane marocchino che, in preda ai fumi dell'alcol, la sera del 23 gennaio in piazza Matteotti, ha preso a calci e pugni due carabinieri.



I militari erano accorsi sul posto verso le 21,20 in seguito alla segnalazione di alcuni passanti, allarmati perché un marocchino caduto a terra con la sua bicicletta dava in escandescenze, brandendo una bottiglia rotta a mo' di arma.



Dopo aver chiamato il Suem i carabinieri avevano cercato di aiutarlo ma il giovane aveva risposto alzando le mani contro di loro. Per lui l'arresto, convalidato dal giudice, ma poi la liberazione. L'obbligo era quello di presentarsi quotidianamente dalla polizia giudiziaria ([url"Leggi l'articolo"]http://www.polesine24.it/Detail_News_Display/Rovigo/marocchino-picchia-i-carabinieri-il-giudice-lo-rimette-subito-in-liberta[/url]). Stamattina, in tribunale, la richiesta di patteggiamento accettata dal giudice Silvia Varotto.



Al di là della pena concordata, a colpire sono soprattutto le minacce, cariche di risentimento "ideologico" con cui il giovane si sarebbe rivolto ai militari: "Hanno impiccato Saddam, hanno sparato a Gheddafi e io vi ammazzo tutti, carabinieri di m..."



Il servizio completo in edicola nella Voce di domani, mercoledì 1 febbraio




LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl