you reporter

Sfrattato semina il panico in comune. Bergamin: "Se ne torni in Africa"

78775

05/05/2017 - 23:02

“Noi non dobbiamo dare la casa a nessuno. Se qui non gli sta bene come funziona, prendano pure la barca e se ne tornino in Africa. Il viaggio glielo pago io. Vadano in Marocco a chiedere una casa, e vediamo”.



Massimo Bergamin è un fiume in piena dopo che, nella mattina di venerdì 5 maggio, un uomo ha dato in escandescenze all’interno degli uffici del settore servizi sociali del comune, in viale Trieste. “Gli abbiamo offerto 800 euro, li ha rifiutati e ha minacciato di distruggere tutto”, riferisce il sindaco. Al punto che sul posto sono dovuti intervenire di gran carriera i carabinieri per riportare la tranquillità.



Protagonista di quest’episodio, un uomo originario del Marocco, sposato con una rodigina, con cui ha due figlie piccole. Venerdì 5, per la famiglia, è scattato lo sfratto esecutivo. Da mesi, infatti, non pagavano l’affitto per l’appartamento in cui abitavano in via Dunant, piccola laterale che unisce Corso del Popolo a via Portello.




Il servizio completo sulla Voce in edicola sabato 6 maggio.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl