you reporter

Rischio Tbc, profughi ai raggi X

L'emergenza

79443

10/05/2017 - 23:46

Risultano positivi alla tubercolosi e sono stati così sottoposti a un massiccio screening con esami strumentali per valutare eventuali infezioni in corso.




Si tratta di alcuni profughi che sono arrivati in provincia di Rovigo a fine aprile e che ai primi esami con prelievo del sangue, a cui sono sottoposti tutti i richiedenti asilo, hanno dato segnale positivo.



Una reazione che può presumere un contatto pregresso, ma anche un’infezione in corso.




Ecco che il pronto soccorso di Adria stamattina era impegnato nei raggi al torace di questi immigrati per individuare eventuali anomalie in corso.




Nessuna comunicazione ufficiale è arrivata alla prefettura, né si può parlare di allarme tubercolosi, sia chiaro, ma è ovvio che questa ulteriore necessità di indagine a chi frequenta ogni giorno le corsie degli ospedali preoccupa non poco.




Se l’esito dei raggi X sarà positivo, saranno ricoverati all’ospedale di Rovigo, nel reparto di malattie infettive.






Il servizio completo sulla Voce di Rovigo di domani 11 maggio

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl