you reporter

Bergamin: “La marcia pro rifugiati? Un pagliacciata”

80821

23/05/2017 - 10:30

Massimo Bergamin spara a zero sul collega Giuliano Pisapia. Il sindaco di Rovigo ha attaccato il suo omologo di Milano nella serata di lunedì 22 maggio, in diretta tv nazionale, dallo studio di Quinta Colonna, programma tv di Rete4.



Nel mirino di Bergamin, la partecipazione del collega alla manifestazione a favore dell’accoglienza che si è tenuta sabato nel capoluogo lombardo. “Una pagliacciata politica - ha detto secco Bergamin - con la fascia tricolore addosso Pisapia è andato a rappresentare una parte politica, dimenticandosi di sette milioni di italiani poveri, di una disoccupazione giovanile all’11% e dei nostri anziani che alla seconda settimana del mese sono ridotti a pane e latte. Di fronte a tutto questo, cinque miliardi di euro vengono invece usati per finanziare il business dell’accoglienza”.



Poi Bergamin ha allargato il discorso: “E’ vero che Papa Francesco ha recentemente messo l’accento sulla necessità di costruire ponti - le parole del sindaco - ma è altrettanto vero che solo poche settimane fa lo stesso Pontefice ha detto che non possiamo accogliere tutti i richiedenti asilo che stanno arrivando dall’Africa.



Battibecco, poi, con Alessandro Cecchi Paone, anche lui ospite nello studio televisivo. “Il sistema dell’accoglienza è gestito dalle prefetture - ha spiegato Bergamin - il prefetto ci convoca soltanto per informarci di quanti clandestini vengono collocati e dove e di quanti ne devono arrivare. Ma non possiamo decidere niente. Quando in Polesine i sindaci si sono opposti all’accoglienza diffusa, il numero di clandestini presenti non è calato di una sola unità”.



Il servizio completo sulla Voce in edicola martedì 23 maggio.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl