you reporter

Il Veneto si mette in mostra, e lascia a casa il Polesine

Il caso

74260

Itinerari in bici per il Delta del Po

23/05/2017 - 07:00

I borghi del Veneto si mettono in mostra, in una kermesse organizzata ad hoc in pieno svolgimento alle Terme di Diocleziano, a Roma. E “la reclame” dell’evento, annunciato in pompa magna dalla Regione Veneto, parla di “diciassette brillanti incastonati in quel gioiello di terra posto tra le Dolomiti e il Delta del Po, tra il lago di Garda e l’Adriatico”.



Peccato però che di Polesine, e dunque del tanto decantato Delta del Po, nella mostra “Ai confini della meraviglia” non ci sia nemmeno l’ombra.
Le 17 località scelte per tenere alta la bandiera del Veneto nella capitale, infatti, coinvolgono sei province della nostra regione. Ovvero tutte, tranne una: il Polesine. Rovigo, in questa mostra, non c’è.



E il caso diventa politico. Perché il consigliere regionale rodigino Graziano Azzalin, del gruppo Pd, va all’attacco: “Ancora una volta si conferma che questa Regione pensa che il confine sia sulla sponda dell’Adige, e qui si ferma. Il tutto nonostante un suo assessore abiti invece sulla sponda del Po”. Il riferimento, chiaro, è all’altopolesano Cristiano Corazzari.



“Peccato - continua Azzalin - perché anche nella nostra provincia, la Mesopotamia d’Italia, ci sono molti paesi che possono sicuramente ben figurare in una mostra dedicata alla nostra regione. A partire ovviamente dal Delta”.



Il servizio integrale e le reazioni sulla Voce in edicola martedì 23 maggio.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl