you reporter

"Il progetto Rovigo Cultura non si ferma"

Il sindaco Bergamin parla dopo le dimissioni di Beltotto

70593

Massimo Bergamin, sindaco di Rovigo

15/06/2017 - 08:50

“Nulla è perduto”. Il sindaco Massimo Bergamin non ci sta al catastrofismo dell’ex presidente della fondazione Rovigo Cultura, dimessosi in polemica con i dirigenti del Comune, e sostiene che “tutto va avanti.

La linea del Comune non cambia”. Il sindaco prova a prendere con filosofia il fallimento della gestione Giampiero Beltotto che l’altro giorno ha abbandonato la fondazione. “Panta rei” scrive il primo cittadino, “tutto scorre”, come diceva il filoso Eraclito, come a segnalare che l’addio polemico di Beltotto non cambia nulla, o meglio, “vedremo, forse ci sarà un rallentamento ma l’intenzione del Comune rimane di far passare la gestione di teatro e museo sotto la fondazione Rovigo Cultura”.


Insomma il sindaco è sulla stessa linea dell’assessore Donzelli.


Chi l'ha presa davvero male è il presidente del Consiglio, Paolo Avezzù: "Che brutta figura, in primo luogo con la Regione: i dirigenti del Comune sono inadeguati!"


Uno dei problemi ancora non venuti a galla, è che la situazione della fondazione rodigina si innesta nell’operazione di fusione decisa a livello regionale fra Rovigo Cultura e la fondazione Ca’ Vendramin (che ha fra i soci Regione, Provincia, Consorzio di bonifica Delta Po Adige e Parco del Delta).


L’operazione di unione, pensata a suo tempo per creare una sola Fondazione culturale polesana in grado di raccogliere finanziamenti a vari livelli (non solo regionale), e non a caso messa in campo quando a Rovigo era arrivato un peso massimo come Beltotto, forse non rischia di naufragare. Occorrerà però verificare con quale peso specifico da parte dei due contraenti.

Ovvero se i soldi, come pare, potrebbero prendere la via del Delta invece che quella di Rovigo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl