you reporter

Coldiretti Rovigo a Roma contro il grano canadese

Agricoltura

83190

Mauro Giuriolo, presidente di Coldiretti Rovigo

04/07/2017 - 16:51

Coltivatori polesani scendono in piazza per salvare il granaio del Veneto, ovvero la provincia di Rovigo, e non solo: il trattato di libero scambio con il Canada (Ceta), per la prima volta nella storia dell’Unione Europea, accorda esplicitamente a livello internazionale il via libera alle imitazioni dei prodotti italiani più tipici e spalanca anche le porte all'invasione di grano duro ed a ingenti quantitativi di carne a dazio zero.



Proprio per questo migliaia di imprenditori agricoli da tutte le regioni arriveranno mercoledì 5 luglio in Piazza Montecitorio a Roma, davanti al Parlamento dove sarà in corso la discussione per la ratifica del Trattato. L’iniziativa è di Coldiretti insieme ad un'inedita ed importante alleanza con altre organizzazioni (Cgil, Arci, Adusbef, Movimento Consumatori, Legambiente, Greenpeace, Slow Food International, Federconsumatori, Acli Terra e Fair Watch).



“Con questa mobilitazione chiediamo di non ratificare il trattato, poiché serve un'attenta ed approfondita valutazione del testo, che conta migliaia di pagine, soprattutto in considerazione della mancanza di reciprocità tra modelli produttivi diversi” spiega il presidente provinciale di Coldiretti Rovigo, Mauro Giuriolo, che aggiunge: “se tale trattato venisse ratificato dal nostro Paese, infatti, le conseguenze sarebbero devastanti sia per la coltivazione del grano in Polesine, essendo i produttori esposti ad una concorrenza sleale, sia per i cittadini, costretti a cibarsi con prodotti aventi residui chimici dannosi per la salute, mettendo in discussione lo stesso principio di precauzione”.



Il servizio completo in edicola nella Voce di mercoledì 5 luglio

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl