you reporter

La cooperativa dell'ex assessore rischia lo sfratto

Il caso

Ostello CanalBianco 1

19/07/2017 - 10:59

La struttura è quella di Arquà Polesine, quell’ostello costruito con fondi europei e di proprietà dei comuni di Rovigo, Bosaro, Arquà e Pontecchio, affidata in gestione con una convenzione trentennale alla cooperativa Aquathlon, del cui cda fa parte anche l’oramai ex assessore rodigino Andrea Donzelli.



Una convenzione per un utilizzo turistico, per accogliere sportivi, studenti e turisti. Che sono poi i motivi per i quali, a suo tempo, era stata finanziata anche con fondi Ue e della Regione Veneto. Ad Arquà Polesine, con il sindaco Chiara Turolla che siede insieme a Donzelli nel cda di Aquathlon, è l’opposizione a chiedere lumi.



“Nella convenzione era stata aggiunta la possibilità di affittare a fini sociali per la comunità locale, con particolare riferimento ai portatori di handicap”, ricorda il consigliere di opposizione Lorenza Barion. “Subaffittare per i profughi fa parte di queste finalità?”, si chiede dal canto suo l’ex vicesindaco Fabrizio Siviero. “Se la coop non rispetta i patti, decade dalla convenzione. Semplice”. E dalla vicina Bosaro il sindaco Daniele Panella è tutt’altro che convinto: “La convenzione non ci è mai stata consegnata. Stavolta la pretendo in via ufficiale. Poi vedremo”.



Il servizio completo sulla Voce in edicola mercoledì 19 luglio.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl