you reporter

Puzza e mosche, estate da incubo

La protesta

86981

20/07/2017 - 12:15

Puzza nauseante e mosche a flotte: così si presenta in queste settimane la località di Cantonazzo, vicino alla zona industriale di via Grandi.
A dire il vero il problema dei cattivi odori e degli insetti fastidiosi è iniziato a maggio, ma con il caldo dell’ultimo mese è diventato insostenibile.



Al punto che i cittadini hanno deciso di firmare una petizione di protesta da inviare al sindaco di Rovigo, all’Arpav e all’Ulss polesana, spiegando che da tre mesi a questa parte gesti fino a quel momento scontati come sedersi in giardino, spalancare le finestre o stendere i panni sono diventati un tabù.



A farne le spese sono soprattutto i bambini, che vorrebbero approfittare delle vacanze estive per giocare all’aria aperta in compagnia degli amici. Invece a Cantonazzo “tira una brutta aria”, soprattutto nel primo pomeriggio e verso sera.



Invece non si può, non senza correre il rischio di essere invasi da centinaia di mosche o di “catturare” l’odore nauseante che proviene dalla zona industriale, contro cui gli abitanti puntano il dito. Degli aromi tutt’altro che gradevoli, avvertiti soprattutto quando il vento soffia dalla zona industriale verso l’abitato potrebbe essere responsabile un’attività aperta da poco e impegnata nella produzione di concimi organici.



Mi auguro che il Comune possa sostenerci, provvedendo alle opportune verifiche - afferma uno dei promotori della mobilitazione - alcuni consiglieri comunali si sono già interessati al problema e nelle prossime settimane ci aspettiamo un intervento più corposo”.



L’intento dei cittadini non è, infatti, quello di bloccare le attività industriali, ma, al contrario di conciliare il loro diritto a produrre con il diritto proprio diritto a respirare un’aria pulita e di godersi il luogo in cui vivono.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl