you reporter

Più di 1300 carpe liberate in Canalbianco

Il progetto

01/08/2017 - 16:26

Si è concluso con la liberazione in acqua il progetto di Carp Fishing Italia per lo studio della carpa (Cyprinus carpio) in alcuni fiumi del Veneto.



Le azioni di immissione si sono svolte alla presenza della Polizia provinciale, nella persona di Vanni Pregnolato, e con l’aiuto dei ragazzi della sede CFI 30 di Rovigo.



Il programma - come spiega Agostino Zurma, presidente nazionale di Carpfishing Italia e ideatore del progetto - ha portato all’immissione in alcuni tratti di quattro corpi idrici della regione, tra cui il Canalbianco, di esemplari di carpa di media taglia (da 1,5 a 3 chilogrammi di peso) e serve per raccogliere delle importanti informazioni di tipo ecologico-comportamentale.



Ad una parte degli esemplari immessi, circa 250 su 1300 circa, è stato inserito un "micro-chip", elemento che permetterà di riconoscere singolarmente i diversi esemplari quando saranno catturati e di raccogliere così le informazioni relative ai loro spostamenti, all'accrescimento, al loro stato di salute generale e quindi di ottenere direttamente informazioni sulle loro preferenze ambientali e comportamentali.



Gli esemplari dotati di micro-chip presentano una evidente chiazza rossa o blu nella porzione anteriore del ventre, che ne permette una facile identificazione.



Le semine sono iniziate nel mese di giugno del 2017 e sono terminate nei giorni scorsi. Una prima fase di analisi e controllo dei dati terminerà in autunno.



Complessivamente nelle Provincie oggetto del progetto, Venezia, Padova e Rovigo sono stati immessi nei fiumi Dese, Bacchiglione, Brenta e Canalbianco 56 quintali (oltre 3000 esemplari) di carpe e circa il 20% di questi (700 esemplari) sono stati marcati e dotati di microchip.




Nel caso di cattura di carpe marcate con il colorante, il pescatore è invitato a mantenere in vita gli esemplari catturati e di darne immediata segnalazione al responsabile della Guardia Ittica Volontaria (tel. 3492144803).



Il personale dell'Associazione si porterà rapidamente sul luogo della chiamata e provvederà, mediante apposita strumentazione, alla individuazione e alla raccolta dei dati sull'esemplare catturato. Ad operazione eseguita la carpa dovrà essere liberata alla presenza del pescatore.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl