you reporter

Stress per sovradosaggi antitumorali, 51enne fa causa all'Ulss 5

Malasanità

88873

03/08/2017 - 07:56

Per un asserito sovradosaggio di cure per un tumore incurabile, una polesana di 51 anni, di professione infermiera, ha fatto causa all’Ulss 5 per avere un risarcimento dall’azienda sanitaria.




Sono otto i medici chiamati in causa, che con le cure errate e senza consenso informato a cui l’avrebbero sottoposta, le avrebbero provocato ansia e stress.



Il disturbo che le hanno diagnosticato, infatti, è un disturbo post traumatico da stress.



La donna si è rivolta all’avvocato Alessandro Micucci e alla psicologa forense Barbara Bononi. Al tribunale di Rovigo il compito di stabilire con un accertamento tecnico preventivo la situazione della donna.

I disagi lamentati ad Adria dalla 51enne sono cominciati nel 2014. La donna era arrivata all’ospedale dopo aver iniziato, nel 2008 ad Aviano, il protocollo medico sperimentale chiamato “Beatrice”, un tipo di cura che agisce sul Dna, per rallentare l’aggressione del tumore.



Nel 2014 decide di passare all’ospedale di Adria per essere più vicina a casa. Dopo 11 somministrazioni del farmaco sperimentale, tuttavia, nel 2015 la signora resta vittima di un’intossicazione che riesce comunque a superare.



La paziente si fa consegnare le cartelle cliniche e le porta all’Istituto oncologico veneto (Iov) di Padova dove, con sua grande sorpresa, vengono riscontrati dei sovradosaggi.




Da qui lo stress e gli scompensi psicologici riscontrati nella donna dopo la scoperta di quanto accaduto all’ospedale di Adria, ovvero un disturbo post traumatico da stress. Ora la decisione di chiedere i danni ad otto medici, oltre che all’Ulss 5.




L’accertamento del consulente del tribunale è praticamente una corsa contro il tempo. Drammatica ma necessaria per la causa intentata dalla donna.


LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl