you reporter

Zaia: gli stranieri che commettono reati scontino la pena nel loro Paese

Il video

90257

16/08/2017 - 18:59





Due episodi hanno segnato il ferragosto, dal punto di vista dell'ordine pubblico e della sicurezza: la violenta reazione da parte di un gruppo di abusivi ai controlli dei carabinieri sulla spiaggia di Sottomarina, nel corso della quale è rimasto ferito il maggiore Andrea Mattei, comandante della compagnia dei carabinieri di Chioggia ([url"Leggi l'articolo"]http://www.polesine24.it/Detail_News_Display/Veneto/abusivi-armati-di-bastone-fronteggiano-i-carabinieri[/url]) e la rivolta da parte di un centinaio di profughi ospitati nella caserma di Conetta ([url"Leggi l'articolo "]http://www.polesine24.it/Detail_News_Display/Cavarzere/ferragosto-di-fuoco-rivolta-dei-migranti-bloccato-l-accesso-all-ex-base[/url]).



Sui due episodi interviene il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, auspicando la certezza della pena per tutti coloro che commettono reati, ma anche invitando a valutare la possibilità che quando uno straniero viene condannato in Italia per un qualsiasi reato venga sempre espulso e rimandato a scontare la pena nel suo Paese d'origine.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl