you reporter

Dopo la siccità, la grandine: agricoltura in ginocchio

Il bilancio dei danni

Grandinata Gavello (2)

Grandinata Gavello (1)

21/08/2017 - 10:30

Una grandinata che ha rappresentato la mazzata finale di una stagione orribile per la nostra agricoltura. E che ha dato il colpo di grazia a pomodori, mais e soia, già messi a lunga prova dalla prolungata siccità e, poi, dall’ondata di maltempo precedente a Ferragosto.



I chicchi di grandine che , sabato sera, sono caduti sul Polesine hanno fatto male alle colture, ma ancora di più agli agricoltori. “Non ci sono segnalazioni di danni alle strutture - tira le somme a caldo il direttore della Coldiretti polesana Silvio Parizzi - ma per i raccolti è stato un vero disastro. Questo sarà ricordato come un anno disastroso per il settore primario della nostra provincia”.



Chicchi di ghiaccio più grossi delle noci, con un diametro che in alcuni casi ha sfiorato persino i dieci centimetri, e che hanno martoriato i campi coltivati, ed ormai prossimi al raccolto. A farne maggiormente le spese, appunto, le coltivazioni di mais e soia, quelle di meloni e quelle di pomodori. Con alcuni raccolti che sono andati completamente distrutti, soprattutto a Gavello.



Il servizio completo sulla Voce in edicola lunedì 21 agosto.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl