you reporter

Rovigo

Cento telecamere, meno degrado e più sicurezza

Con una delibera dall'assessore alla Sicurezza e alla polizia locale, Stefano Falconi, la giunta ha dato mandato per firmare il patto per la sicurezza con la prefettura. Primo passo per partecipare al bando statale per l'installazione di 100 telecamere a Rovigo. Ecco i punti dove secondo l'amministrazione sono necessari.

72769

La giunta Bergamin con l'assessore Stefano Falconi ha avviato un percorso per accedere ai finanziamenti ministeriali, per la realizzazione di sistemi di videosorveglianza. Il progetto prevede 100 telecamere. 


La domanda dovrà essere presentata entro il 30 giugno 2018. Come primo passo la Giunta ha approvato la bozza del “Patto per l'attuazione della sicurezza urbana”, che dovrà avere la condivisione da parte della Prefettura, per poter poi proseguire l'iter, con la realizzazione di un progetto da allegare alla richiesta di finanziamento.

Nella bozza sono contenuti anche i siti dove dovrebbe essere incrementato il sistema di videosorveglianza, per un totale di cento telecamere.

“Il contrasto ad ogni forma di illegalità ci vede sempre in prima linea – ha detto il sindaco Massimo Bergamin -. Questa iniziativa, che rientra nell'ambito dei patti per la sicurezza urbana sottoscritti tra i prefetti e i sindaci, ha l'obiettivo di migliorare la percezione di sicurezza dei cittadini e contrastare ogni forma di comportamento disonesto, ingiusto, contro le regole. Auspico nella piena collaborazione della Prefettura, per poter procedere nel percorso avviato”.

Dal centro alla periferia, alle frazioni, le zone a cui sarebbero destinate le telecamere sono tante e tutte coperte.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: La Voce di Natale
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl