you reporter

Via dei mille

Mardimago prende le distanze da Rossini

Il comitato: "Basta auto-celebrazioni e speculazioni politiche sulla nostra situazione"

Mardimago prende le distanze da Rossini

Mardimago prende le distanze dal consigliere comunale Antonio Rossini. "Basta speculazioni politiche sul caso via Dei Mille". Un monito che il comitato Vivi Mardimago rivolge a tutti e in particolare ad Antonio Rossini, consigliere comunale di Fare che l'altro giorno aveva espresso soddisfazione per l'accordo raggiunto sulla limitazione del traffico pesante lungo la strada che attraversa Sarzano e Mardimago.

Il coordinatore del comitato, Giuliano Bernardinello, sottolinea che "in quello che è sicuramente un giorno positivo per la nostra comunità, sebbene rappresenti solo il primo passo, ci vediamo costretti a chiedere con forza che le problematiche della nostra comunità non diventino campo per dispute politiche di basso livello. Questo nostro appello è rivolto a tutte le forze politiche ima in questa occasione ci rivolgiamo in particolare al consigliere comunale Antonio Rossini".

Secondo Bernardinello "Abbiamo appreso di un suo commento riguardo la limitazione del traffico di mezzi pesanti attraverso viale dei Mille: da esso traspare, e non è la prima volta che ciò accade, un’autocelebrazione che a nostro modesto avviso il consigliere non merita, in quanto le sue azioni non hanno portato alcun risultato alle nostre lotte, anzi qualche settimana fa una sua dichiarazione, in maniera involontaria, ha rischiato di ledere l’immagine dei cittadini di Mardimago. Il consigliere sembra poi effettuare un’interpretazione a nostro avviso scorretta dei fatti, attaccando la giunta comunale in alcune occasioni a sproposito: infatti il comitato, che non ha lesinato e non lesina critiche alla giunta quando le ritiene opportune, ha accolto favorevolmente la limitazione del traffico imposta a fine 2016 ai mezzi pesanti, interpretandolo come un segnale di buona volontà verso la risoluzione della problematica del traffico su viale dei Mille. Il giudizio negativo del Tar non toglie che quella fosse una buona, seppur insufficiente, risoluzione del problema, tanto che l’accordo siglato nei giorni scorsi tra Comune di Rovigo, Comune di San Martino di Venezze e Provincia di Rovigo riporta sostanzialmente in vigore quel divieto”.

“Il Comitato - aggiunge Bernardinello, era da pochi giorni venuto a conoscenza del raggiungimento dell’accordo, così si è optato per aspettare l’annuncio ufficiale. Si può comprendere come grande sia stata la nostra sorpresa mercoledì mattina quando ha letto l’articolo commentato da Rossini in quel modo: ci siamo sentiti scavalcati per una operazione di mera speculazione politica". Insomma il comitato prende le distanze da Rossini.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl