you reporter

Sant'Urbano

Nasconde i parenti morti per prendere la pensione

Choc a Sant'Urbano, al di là del fiume Adige. Un uomo di 55 anni ha confessato di aver nascosto nella legnaia i cadaveri della mamma e dello zio, per non dover rinunciare alla pensione.

Choc a Sant'Urbano, paese della Bassa Padovana ai confini di Rovigo. Qui un 55enne ha nascosto i cadaveri della mamma e dello zio, morti, per continuare a percepire la pensione.

ll 55enne di Sant'Urbano ha confessato ai carabinieri intervenuti nel tardo pomeriggio di oggi mercoledì 16  di avere nascosto i due anziani la mamma, morta sei mesi fa e lo zio morto nel 2016, nella legnaia per continuare a incassare i soldi delle loro pensioni.

Effettivamente le due salme si trovavano in una legnaia all'esterno della cascina. Pare che la donna fosse avvolta in vari strati di plastica, mentre l'uomo, morto a 87 anni, nel 2016, era adagiato dentro una cassa.

Il perimetro dell'abitazione è stato transennato per procedere con approfonditi accertamenti scientifici che possano confermare le cause e le circostanze del decesso. Resta da chiarire anche se e come l'anziana donna negli ultimi tre anni si sia resa conto della sparizione del fratello.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl