you reporter

L’INIZIATIVA EDITORIALE

Alla scoperta del Po su due ruote

Nel libro sedici itinerari speciali per scoprire la nostra provincia lungo gli argini del Grande fiume

102411

In bici lungo gli argini del Po. Una guida dettagliata che vi porterà a scoprire gli angoli più belli e suggestivi della nostra provincia, lungo i paesi adagiati sul corso del Grande fiume, ma anche fuori provincia, per delle bellissime gite all’insegna del fascino e della bellezza.

Tutto questo lo potrete trovare da sabato 15 giugno nel bellissimo libro “Pedalare lungo il Po”, di Angelo Soravia, che sarà disponibile in edicola in abbinamento facoltativo solo con La Voce di Rovigo ad appena 8 euro e 80 centesimi oltre al prezzo del quotidiano.

Tra le pagine, 16 itinerari da percorrere in bici ricchi di curiosità, informazioni, mappe e foto dei luoghi. E allora, ecco tanti bei percorsi da fare su due ruote, da Melara a Ficarolo, da Santa Maria a Polesella, e poi giù fino ad Ariano, Villanova Marchesana, Bottrighe, Porto Viro e Porto Levante, fino ad arrivare a Boccasette, Porto Caleri e Polesine Camerini.

Ma non c’è soltanto Polesine, nella guida di Soravia: i percorsi e le proposte comprendono anche la sponda ferrarese del fiume, da Berra a Mesola, per arrivare a Goro e alle Valli di Comacchio, e spingersi anche a Ravenna, Classe e Cervia, nel cuore di una pineta davvero da sogno.

Un esempio dei percorsi proposti? Il numero otto, che parte e arriva a Porto Viro, raggiungendo Porto Levante. Un itinerario che si sviluppa completamente in 45 chilometri. Dal ponte di Porto Viro si prosegue dritto sull’argine sinistro del Po di Venezia, passando a fianco dell’imponente stabilimento dell’Eridania. Qui, l’argine inizia ad essere abbastanza stretto, con strada asfaltata. Sulla sinistra si sviluppa un’interessante area golenale con canali, laghetti, boschetti: nel libro, una puntale descrizione delle meraviglie che vi troverete ad attraversare lungo i percorsi proposti. Ma anche tanti suggerimenti sulla strada da seguire. Partiti da Porto Viro, dunque, dopo sei chilometri si costeggia un isolotto e poi un’ampia golena, con grandi specchi d’acqua. Ai piedi dell’argine - suggerisce il libro - sono percorribili alcuni tratti protetti dai raggi del sole. Dopo un chilometro, un cartello indica l’inizio della tenuta di Ca’ Cornera, stazione di sosta sul Delta, con possibilità di ristoro e affitto biciclette. Poco lontano c’è un campo di atterraggio per i deltaplani.

Dopo 11,5 chilometri dal via si incrocia la strada che, attraverso la campagna, arriva da Porto Viro. Per raggiunge Porto Levante - suggerisce la pubblicazione - si devono seguire le indicazioni per Ca’ Pisani. Per un buon tratto, sulla destra, la visuale è nascosta dall’argine del fiume. Dopo circa 15 chilometri si iniziano a vedere sulla sinistra gli ampi specchi d’acqua di valle Ca’ Pisani, delimitati da argini e siepi. In tutte le stagioni qui si possono osservare numerose specie di uccelli acquatici, in particolar modo anatidi. Quindi, via verso Porto Levante, meta della gita.

Il libro, dedicato agli appassionati cicloturisti ma anche a chiunque vorrà sfruttare quest’estate per una salutare pedalata sulle sommità arginali alla scoperta del nostro bel Polesine, sarà in edicola, in abbinamento facoltativo con La Voce, da sabato 15 a soli 8 euro e 80 centesimi. E allora, prenotate subito al vostro edicolante questo volume, bello e utilissimo, per non correre il rischio di restare senza. L’appuntamento è per sabato mattina.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: 354ª Fiera di Lendinara
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl