Cerca

PALAZZO NODARI

Rovigo nell’accordo anti smog: arriveranno i blocchi del traffico

Dopo questa firma, per Rovigo sarà molto difficile - se non impossibile - ripetere quanto accaduto lo scorso anno quando la Città delle rose fu l’unica a derogare dai divieti di circolazione

Rovigo nell’accordo anti smog: arriveranno i blocchi del traffico

Il 2 luglio scorso si sono riuniti nel comune di Treviso gli assessori all’Ambiente dei comuni capoluogo di Treviso, Padova Rovigo, Verona Vicenza e Belluno per sottoscrivere un protocollo di intesa per il coordinamento delle attività finalizzate al contenimento dell’inquinamento da polveri sottili.

Si è così costituito un tavolo di coordinamento fra Comuni capoluogo che impegna le amministrazioni firmatarie a concordare attività di prevenzione delle emissioni di inquinanti nell’aria, a supporto del piano regionale di risanamento dell’atmosfera. Il protocollo è il risultato di una azione concordata dei comuni, che si è concretizzata con il contributo anche dei tecnici dell’ufficio Ambiente del comune di Rovigo. In rappresentanza del sindaco Gaffeo era presente alla firma del protocollo di intesa tra gli amministratori l’assessore all’Ambiente Dina Merlo.

Il programma delle iniziative volte alla tutela della salute sarà comunicato fra settembre e ottobre in modo da consentire azioni integrate di riduzione delle emissioni inquinanti, anche attraverso attività di sensibilizzazione e informazione che andranno a coinvolgere i Comuni delle aree limitrofe ai capoluoghi, nell’ambito dei Tavoli tecnici zonali previsti in ambito provinciale.

L’obiettivo è affrontare queste problematiche non più solo in condizioni di emergenza, legate agli sforamenti dei livelli di polveri sottili, ma in un piano preventivo possibilmente di area vasta dal momento che gli effetti delle emissioni sono riscontrabili in un bacino che si estende al territorio della pianura padana e coinvolge oltre alla Regione Veneto anche tutte le altre Regioni del Nord. Facile immaginare che quest’anno - dopo questa firma, per Rovigo sarà molto difficile - se non impossibile - ripetere quanto accaduto lo scorso anno quando la Città delle rose fu l’unica a derogare dai divieti di circolazione per le auto inquinanti e dai successivi blocchi del traffico imposti nelle altre città capoluogo della Regione. Erano presenti all’incontro un referente di Unioncamere Veneto e il Presidente della Camera di Commercio di Treviso e Belluno con una proposta di sostegno a un concorso di idee per realizzare il logo di un Progetto “Attenti alle porte” che sarà realizzato per sensibilizzare al risparmio energetico invitando uffici, negozi ed attività alla chiusura delle porte in estate e in inverno. Nell’ambito delle attività potranno rientrare anche forme di incentivazione e accesso a bandi di carattere ambientale riguardanti la mobilità sostenibile sia pubblica che privata.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy