you reporter

La storia

Igor il russo vuole tornare in Italia

Il terrore del Delta, che uccise due barista Davide Fabbri e della guardia volontaria Valerio Verri tra il marzo e l'aprile del 2017 e fu ricercato anche in Polesine, vuole scontare la sua pena in Italia.

Igor il russo vuole tornare in Italia

Norbert Feher, meglio noto come Igor "il russo", condannato all'ergastolo dal Tribunale di Bologna, terrore del Delta nel 2017, quando lo cercarono anche in Polesine per gli omicidi del barista Davide Fabbri e della guardia volontaria Valerio Verri, vorrebbe scontare il carcere a vita in Italia e non in Spagna, dov'è detenuto.

Il killer serbo, che in passato aveva seminato terrore anche in Polesine,  avrebbe espresso questa richiesta al suo avvocato spagnolo, Juan Manuel Martìn, durante un colloquio nel carcere di Zuera (Saragozza).

La notizia è riportata dal quotidiano iberico La Comarca e dall'edizione bolognese di Repubblica. Igor è detenuto dal dicembre del 2017, quando venne catturato dopo aver ucciso due agenti della Guardia Civil e un allevatore. In questi giorni la giustizia spagnola ha chiuso la fase istruttoria dell'inchiesta sui crimini commessi nel Paese iberico e per il 17 settembre le parti sono convocate dinnanzi al giudice: il processo, dovrebbe cominciare entro la fine dell'anno.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl