you reporter

LOCALI

Dehors: “Cambieremo le regole”

Per il sindaco Edoardo Gaffeo: “Le strade devono essere più armoniche e ci vuole certezza nelle linee guida. Fatti troppi errori”

Dehors: “Cambieremo le regole”

I plateatici, nonostante l’incertezza regni sovrana a Rovigo, stanno crescendo come i funghi, complice il caldo estivo e la promessa di un autunno più vivace in centro città.

Alcuni - segnalano molti lettori - si allungano sulla strada, altri - ne abbiamo parlato a lungo e sono anche autorizzati - sono chiusi, nonostante il divieto di “volumi chiusi”. Altri ancora variano nei colori, quando invece il regolamento attualmente vigente è categorico: “colori pastello chiaro” e per i tavolini “il color grigio antracite”.

Vietata la plastica, vietate le fioriere di materiale plastico. Sono solo alcune delle prescrizioni dell’attuale regolamento vigente, quello che l’amministrazione Bergamin voleva stravolgere dopo un anno dall’entrata in vigore. Ma basta una rapida passeggiata per il centro città che mancano le regole basilari richiamate dalla stessa “bibbia” dei plateatici: “Le soluzioni progettuali devono essere di particolare pregio, con ricerca di un rapporto approfondito, sotto il profilo culturale e del gusto, con il contesto edilizio ed urbano in cui saranno collocati. In particolare all'interno di piazze o ambiti omogenei le soluzioni progettuali dovranno essere tra loro coordinate”.

E’ in questo contesto impazzito che vuole intervenire il sindaco Edoardo Gaffeo, che ha la delega al commercio e che promette: “Ho già interessato il nuovo dirigente della Polizia locale Alfonso Cavaliere. Passato ferragosto quando tutti gli uffici torneranno operativi, attueremo una modifica complessiva dei dehors”.

L’annuncio è di quelli che a occhio e croce faranno discutere, e non poco, gli operatori del centro storico. Ma il sindaco è risoluto: “E’ stato fatto un regolamento che presenta una serie di incongruenze a 360 gradi. Vogliamo mettere insieme delle regole che siano costanti nel tempo e che non creino confusione o errori”. Altra pecca che il primo cittadino ha trovato nella gestione attuale dei plateatici: “L’attuale regolamento è stato redatto dal comando di polizia locale, senza che intervenisse Urbanistica e Commercio. Ma la polizia locale entra in gioco nel controllo, mentre è il settore del Commercio che deve guardare a tutti gli aspetti e dare certezza agli operatori”.

Il servizio completo sulla Voce di Rovigo di oggi 18 agosto

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: 354ª Fiera di Lendinara
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl