you reporter

SICUREZZA

"La vostra acqua è inquinata": occhio alla truffa agli anziani

Un falso addetto di Acquevenete ha cercato di colpire, ma è stato messo in fuga

truffe-anziana.jpg

Truffa ai danni di anziani

"Un caso di falsi addetti di Acquevenete, in realtà banali truffatori, è stato segnalato da un utente di Monselice, nella giornata di oggi, 19 novembre. In un’abitazione nella zona del Carmine, questa mattina si è presentato un uomo con un falso tesserino di Acquevenete". A lanciare l'allarme, la stessa Acquevenete, molto vicina alla cittadinanza, ben intenzionata a tutelarla dall'azione di questi veri e propri malviventi.

"Ha sostenuto - prosegue la spiegazione - di dover verificare un presunto inquinamento dell’acqua: dopo aver osservato
un rigoletto d’acqua nel cortile, ha finto di fare una telefonata e ha detto ai residenti, una coppia di anziani, che l’acqua era effettivamente inquinata, chiedendo quindi di entrare in casa, addirittura minacciando di chiudere l’acqua se non l’avessero lasciato entrare. Una volta introdottosi in cucina, si è chinato ad armeggiare sotto il lavandino. Dopo un po’ si è sprigionato un forte odore e l’uomo ha detto alla coppia che dovevano uscire, perché era pericoloso".

"Fortunatamente, la coppia non è caduta nella truffa: insospettiti, hanno replicato che avrebbero chiamato i Carabinieri, al che il malintenzionato se n’è fuggito. Purtroppo la tecnica di presentarsi come addetti delle società di servizi è ormai ben nota
ai truffatori. Dato che spesso gli stessi colpiscono anche più volte nella stessa zona, è importante che gli utenti siano informati, per potersi difendere da questi raggiri che nei casi peggiori si concludono con un furto. Spesso questi malintenzionati sostengono di dover entrare in casa, oppure chiedono di fissare un appuntamento per un controllo sulla
presenza di inquinanti nell’acqua, o possono richiedere dei pagamenti, anche presentando documentazione fasulla. Una volta entrati in casa, si fanno consegnare i preziosi con un pretesto, oppure creano un diversivo per impossessarsi degli oggetti di valore presenti".

"È importante ricordare che il personale di Acquevenete non chiederà mai di entrare nelle abitazioni per effettuare analisi dell’acqua, raccogliere dati sensibili degli utenti o chiedere pagamenti di persona. Per qualsiasi dubbio, si consiglia di telefonare al numero verde gratuito del Servizio Clienti di acquevenete 800 99 15 44. Inoltre, è sempre opportuno segnalare eventuali comportamenti sospetti alle Forze dell’Ordine".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl