you reporter

CORONAVIRUS IN POLESINE

Niente da fare. Denunciati in 28, con autocertificazioni false

Non si ferma l'irresponsabilità delle persone, che mettono a rischio se stessi, i propri cari e gli altri

carabinieri controlli5.JPG

Carabinieri durante un posto di controllo

Può sembrare incredibile, e in effetti lo è, ma mentre in Italia, nell'arco di 24 ore, muoiono 627 persone a causa del Coronavirus, ci sono ancora persone che non si fanno alcun problema a ignorare le disposizioni d'emergenza, adottate per frenare il contagio, nel periodo critico. Ossia, quello in cui si fa la differenza, avviati come siamo verso il picco del contagio. Contagio il cui ritmo di crescita deve assolutamente essere contenuto, per fare in modo che le postazioni di terapia intensiva, attrezzate con i ventilatori polmonari, garanzia di sopravvivenza per i pazienti gravi, possano bastare, anche nel momento di massimo contagio.

Nonostante questo, nelle ultime 24 ore sono state 28 le persone denunciate dai carabinieri per essersi spostate senza motivo ammissibile. Non solo: tre di loro hanno anche prodotto autocertificazioni false.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl