you reporter

CORONAVIRUS IN POLESINE

Il virus uccide ancora. Due vittime, di 73 e 59 anni

Il bollettino dell'Ulss 5 letto dal direttore generale Antonio Compostella

Il virus uccide ancora. Due vittime, di 73 e 59 anni

L'ospedale di Rovigo

Un bollettino particolarmente pesante, quello di martedì 7 aprile dall'Ulss 5, che parla di due decessi. A dimostrazione di come il virus sia ancora in circolazione. Ma parla anche di un numer piuttosto alto di nuove positività.

I deceduti. C'è stato un decesso stamane verso le 7 di una persona ricoverata in Geriatria. E' una donna del 1947 di Rovigo arrivata il 22 in ospedale a Malattie Infettve, con primo tampone negativo, poi il 31 in Geriatria, un nuovo tampone, ancora, negativo. Il terzo tampone era stato eseguito nella giornata di lunedì 6 aprile, risultato positivo. Si è spenta in mattinata, per cause che debbono essere ancora approfondite, dal momento che, se era entrata per sospetto coronavirus, aveva anche altre patologie cardiache. "Ora si tratta di capire - spiega il direttore generale dell'Ulss 5 Compostella - quale sia stato il motivo reale del decesso, anche se è indubbia la positività al coronavirus". "Ai familiari della donna - prosegue Compostella - vanno le condoglianze mie e dell'azienda". Il secondo deceduto è un uomo del 1961 del Bassopolesine, in particolare di Porto Viro, arrivato alle malattie infettive il 4 di aprile, da casa, con una importante compromissione respiratoria. Il 5 aprile è stato intubato e trasferito a Terapia intensiva a Trecenta. L'insufficienza respiratoria è peggiorata ed è deceduto alle 11 di martedì 7 aprile. In questo caso, il primo tampone era risultato immediatamente positivo.

I nuovi contagiati in Polesine. Oltre ai polesani, ossia residenti nella nostra Provincia, va conteggiato anche un medico dell'ospedale di Rovigo, in Chirurgia generale, ma residente nel Padovano. E' stato posto, dalla sua Ulss di competenza, in isolamento domiciliare. Passando ai polesani, sono risultati positivi una ragazza del 2000 di Rovigo, venuta in contatto con un positivo, si trovava già in isolamento e ha sviluppato la sintomatologia, poi il tampone positivo: un uomo del 1964 dell'Altopolesine, positivo al tampone, fatto a Ferrara, in isolamento domiciliare; un uomo del 1960 dell'Altopolesine, venuto a contatto con un caso positivo, posto in isolamento domiciliare aveva fatto il tampone, positivo, rimane in isolamento domiciliare; una donna del 1972 del Bassopolesine, venuta in contatto con un caso positivo, già in isolamento domiciliare, deve proseguirlo all'esito del tampone "di controllo"; una donna del 1962 del Bassopolesine, venuta a contatto con un caso positivo, finiti i 14 giorni dell'isolamento domiciliare, ha eseguito il secondo tampone, risultato positivo, prosegue quindi l'isolamento; una ragazza del 1998 di Rovigo, venuta a contatto con un caso positivo, si trova in isolamento domiciliare; una ragazza del 2002 del Bassopolesine, venuta a contatto con un positivo, è risultata ancora positiva al tampone di controllo dopo i 14 positivi; una signora del 1960 di Adria, oss in una struttura del Veneziano. In tutto, quindi, contando anche la situazione di Geriatria a Rovigo (vedi sotto), 15 positività.

La situazione a Geriatria in ospedale a Rovigo. "Abbiamo avuto - spiega Compostella - un primo riscontro di positività il 31 marzo, su un paziente. Per il personale, su 46 operatori, 23 operatori, 14 oss e 9 medici, è stato eseguito il tampone a tutti, manca il responso su tre tamponi, fatti successivamente. Abbiamo il riscontro della positività di un solo infermiere. Per quanto riguarda invece i degenti, sono stati eseguiti a partire dal 31 marzo, poi anche il 5 e il 6 aprile, abbiamo il riscontro di dieci positività, su un totale di 36 ospiti, tra le quali quella della signora deceduta stamane. Tre degenti sono stati trasferiti a Trecenta in area Covid nel pomeriggio di lunedì 6 aprile, gli altri saranno trasferiti nel pomeriggio di oggi, martedì 7 aprile". 

"L'ipotesi più probabile per spiegare il contagio - dice Compostella - è che il virus sia entrato con qualcuno dei ricoverati. Si tratta, comunque, di ipotesi e dobbiamo ricostruire la genesi di questo piccolo focolaio".

Per quanto riguarda i provvedimenti urgenti, c'era già stata, dopo la prima positività, una separazione tra i malati, pure in attesa dei riscontri del tampone. Ora, appunto, tutti i positivi saranno trasferiti a Trecenta, i negativi sono stati posti in un'area del reparto ritenuta sicuramente "pulita", mentre nell'altra metà del reparto parte l'azione di sanificazione. Intanto, i ricoveri in geriatria sono bloccati. Le persone che hanno necessità verranno ricoverate in Medicina o in Medicina ad Adria. Entro due o tre giorni, comunque, il reparto tornerà alla normalità.

La situazione nella casa di riposo di Fratta Polesine. Non ci sono nuovi casi di positività, tra ospiti e personale. Gli ospiti positivi sono stati tutti posti in isolamento. Un caposala dell'Ulss è quotidianamente presente per aiutare nell'attuazione dell'isolamento.

La situazione a Casa Serena a Rovigo. Dopo la prima positività, di una donna di 95 anni e avere ripetuto tutti i tamponi a ospiti e personali, rimane una sola positività. Si è comunque in attesa dell'esito di 95 tamponi, che dovrebbero arrivare tra oggi e domani. Per quanto riguarda i dipendenti, a oggi tutti i tamponi sono negativi, si attendono gli ultimi tamponi.

La situazione di Iras San Bortolo a Rovigo. 202 tamponi tra gli ospiti, 200 negativi, due devono ancora arrivare.  Per quanto riguarda i dipendenti, a oggi tutti i tamponi sono negativi, si attendono gli ultimi tamponi.

La situazione agli Istituti Polesani di Ficarolo. Dopo la prima positività di un ospite disabile, i tamponi sono cominciati nel pomeriggio di lunedì 6 aprile, i primi risultati arriveranno tra il pomeriggio di martedì 7 aprile e il giorno successivo.

La situazione nelle altre case di ripsoo e strutture simili. Saranno tutte interessate dall'attività di controllo, ciclica, di tamponi e test rapidi. Al momento, però, non si registano altre positività, per fortuna.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl