you reporter

CORONAVIRUS IN POLESINE

Animazione estiva, si useranno anche i parchi della città

Partito il tavolo di coordinamento in Comune. Ecco tutte le azioni per creare centri estivi in sicurezza

“Ho portato allo sport 100mila euro per gli impianti”

Parte il tavolo organizzativo dei centri estivi sportivi e ricreativi. Martedì 19 maggio si è tenuto nel salone d’onore del Comune, un incontro che ha dato il via all'iniziativa. Presenti gli assessori allo Sport Erika Alberghini, al Welfare Mirella Zambello e all’Istruzione Roberto Tovo, i rappresentanti del mondo dello sport, assieme al Delegato Coni, del volontariato, con il Csv presente e altri coordinamenti di associazioni, con il referente diocesano della Pastorale Giovanile, Don Enrico Turcato, i rappresentanti del mondo delle fattorie didattiche e di alcune cooperative.

Gli assessori Zambello, Alberghini e Tovo hanno condiviso alcuni punti delle linee guida per le animazioni estive emanate dal Governo e hanno spiegato che ci sarà un coordinamento comunale delle animazioni progettate dai vari attori, in modo da fornire un supporto concreto alla complessità organizzativa che quest’anno è richiesta a causa dell’emergenza Covid. Per gestire i campus in sicurezza sarà necessario garantire il distanziamento sociale. Quindi si parte dalla messa a disposizione di più spazi, elencati dall’Amministrazione, scuole e palestre con le aree prative più alcuni parchi della città, per arrivare alla necessaria disponibilità di più educatori per i rapporti ridotti con il numero di bambini. Dai 3 ai 5 anni 1 educatore potrà stare con soli 5 bambini, dai 6 agli 11 con 7 e dai 12 ai 17, con massimo 10 ragazzi.

I costi aumenteranno, anche a causa delle igienizzazioni costanti necessarie. Per questo l’Amministrazione sta cercando fondi a supporto degli organizzatori e lo stato al momento conferma il Bonus baby sitter che sarà utilizzabile anche per l’animazione estiva.

Alcuni spazi verranno messi a disposizione tramite bando, in questo modo ad esempio le palestre comunali anche quest’anno verranno date in uso gratuito. Si prevedono bandi anche per le specifiche animazioni dedicate alla disabilità e per la fragilità educativa, in modo da consentire campus dedicati al recupero scolastico per i ragazzi che ne necessitano.
Il coordinamento istituito prevede continui confronti anche con i dirigenti scolastici e l’Ulss 5. Il prossimo incontro si terrà il 26 maggio e qui saranno invitate a partecipare tutte le singole associazioni, cooperative e fattorie che intendono offrire il servizio.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl